Trascriviamo.it 

Annotazione sentenza di condanna esecutiva

Disponibile

0,00 €
Annotazione sentenza di condanna esecutiva
Ai sensi dell'art. 686 c.p.c., il sequestro conservativo si converte in pignoramento al momento in cui il creditore sequestrante ottiene sentenza di condanna esecutiva [disp. att. 156]. Se i beni sequestrati sono stati oggetto di esecuzione da parte di altri creditori, il sequestrante partecipa con essi alla distribuzione della somma ricavata.
120+IVA
LIGHT - evasione in 3 ore
Consigliato a: chi vuole risparmiare e può andare personalmente in Conservatoria a richiedere l'annotazione
  • Comodo
  • Economico

Se richiedi la formula Light per l'annotazione di sentenza di condanna esecutiva,
noi ci occuperemo di:

  • Preparare il file della nota tramite il software ministeriale Unimod
  • Predisporre il modello F23 inserendo i codici corretti
  • Inviarti via e-mail i file della nota (formato XML) e del modello F23 (formato PDF)

Tu, successivamente, ti occuperai di:

  • Versare i tributi dovuti tramite il modello F23 che ti avremo inviato
  • Presentare in Conservatoria il file della nota unitamente al "titolo" e al modello F23 quietanzato
  • Ritirare la nota rilasciata dalla Conservatoria (il "duplo")

Controllo gratuito trascrivibilità
Controllo gratuito trascrivibilità
Controlliamo preventivamente l'atto per evitare che un vizio di forma possa causare un rifiuto da parte del Conservatore
Copertura assicurativa
Copertura assicurativa
Disponiamo di copertura assicurativa per responsabilità civile sino alla concorrenza di euro 250.000,00 a tutela dei nostri Clienti
100% soddisfatti o rimborsati
100% Soddisfatti o rimborsati
Ogni giorno garantiamo un servizio altamente professionale. Se, tuttavia, non abbiamo soddisfatto le tue aspettative, ti rimborsiamo
195 +IVA
175 +IVA
PREMIUM 2-4 giorni
PREMIUM 7-9 giorni
Consigliato a: chi preferisce delegare completamente la richiesta di annotazione
  • Comodo
  • Economico

Se richiedi la formula Premium per l'annotazione di sentenza di condanna esecutiva,
noi ci occuperemo di:

  • Ritirare la copia conforme dell'atto presso il tuo studio
  • Predisporre il modello F23 e versare i tributi dovuti
  • Preparare il file della nota tramite il software ministeriale Unimod
  • Presentare in Conservatoria il file della nota unitamente al "titolo" e al modello F23 quietanzato
  • Ritirare la nota rilasciata dalla Conservatoria (il "duplo") e consegnarla presso il tuo studio

Controllo gratuito trascrivibilità
Controllo gratuito trascrivibilità
Controlliamo preventivamente l'atto per evitare che un vizio di forma possa causare un rifiuto da parte del Conservatore
Copertura assicurativa
Copertura assicurativa
Disponiamo di copertura assicurativa per responsabilità civile sino alla concorrenza di euro 250.000,00 a tutela dei nostri Clienti
100% soddisfatti o rimborsati
100% Soddisfatti o rimborsati
Ogni giorno garantiamo un servizio altamente professionale. Se, tuttavia, non abbiamo soddisfatto le tue aspettative, ti rimborsiamo
  • Verifichiamo la trascrivibilità dell'atto
  • Ritiriamo l'atto presso il tuo studio
  • Predisponiamo il modello F23
  • Versiamo i tributi dovuti
  • Prepariamo il file della nota
  • Presentiamo la nota in Conservatoria
  • Ritiriamo la nota e te la consegniamo I tempi di rilascio della nota variano in base alla Conservatoria. In media la nota viene rilasciata entro 20 giorni dalla presentazione









1. Come faccio a richiedere il vostro servizio?

Seleziona la formula di tuo interesse e clicca sul pulsante "Richiedi preventivo". Potrai così allegare una scansione della documentazione necessaria e riceverai entro due ore un preventivo con il dettaglio dei costi per il nostro servizio e per i tributi (se dovuti).



2. Che tipo di documentazione dovrò fornirvi?

Dovrai fornirci la copia conforme uso annotazione della sentenza o, qualora estratta dal fascicolo informatico, la copia munita dell'attestazione di conformità.



3. Come vi farò avere la documentazione necessaria per l'annotazione sentenza di condanna esecutiva?

Se scegli la formula Light, sarà sufficiente inviarci una scansione della documentazione richiesta. Se opti invece per la formula Premium, un nostro incaricato si occuperà del ritiro della documentazione a nostre spese nel giorno e negli orari che ci avrai indicato.



4. Chi si occuperà del pagamento dei tributi?

Se scegli la formula Light, ti invieremo il modello F23 già compilato per provvedere tu stesso al versamento dei tributi. Se invece opti per la formula Premium, ci occuperemo noi del pagamento per tuo conto.



5. Che sistemi di pagamento accettate?

Accettiamo pagamenti tramite bonifico bancario, carta di credito, oppure Paypal.









Categorie: Annotazioni

Richiedi il servizio


FORMULA LIGHT: Vai tu in Conservatoria
FORMULA PREMIUM: Facciamo tutto noi, evasione in 2-4 gg. o 7-9 gg.

0,00 €

Non dovrai effettuare nessun pagamento finché non avremo verificato la trascrivibilità dell'atto.

Hai bisogno di un preventivo?
Clicca sul pulsante arancione qui in basso.
Lo otterrai gratuitamente entro 2 ore

  • Tributi
  • Modello F23
  • Riferimenti normativi
  • Sentenze
  • Conservatorie
  • Dicono di noi feedaty

Diritti d'Ufficio dovuti euro 294,00

Al fine della compilazione del modello F23 si riporta la specifica dei diritti d'Ufficio:

Imposta di bollo euro 59,00 - (codice 456T)  - Imposta ipotecaria euro 200,00 - (codice 649T) - Tassa ipotecaria euro 35,00 - (codice 778T)

Qualora la formalità ipotecaria rientri tra i casi di esenzione previsti dall'attuale normativa tributaria i diritti d'Ufficio non sono dovuti.

 

Di seguito riportiamo un esempio di modello F23 compilato:                           Crea il tuo modello F23

Tipo: annotazione sentenza di condanna esecutiva;                                                 

Pubblico Ufficiale: Tribunale di Milano;                                                     Cerca i codici fiscali Tribunali e UNEP                                

Data dell'atto: 06/04/2016;                                                                                                                          

Numero di repertorio o cronologico: 1542;                                                                                  

Immobili: Conservatoria di Milano 1;                            →     →                        Cerca Conservatoria di competenza e codice Ufficio   

Richiedente l'annotazione: Rossi Mario, nato Milano il 05/12/1975.

 Modello-F23-annotazione-sentenza-di-condanna-esecutiva-costi.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

Art. 2656 c.c. - Forme per l'annotazione.

L'annotazione si esegue secondo le norme, stabilite dagli articoli seguenti per la trascrizione, in quanto applicabili.

 

Art. 686 c.p.c. - Conversione del sequestro in pignoramento.

Il sequestro conservativo si converte in pignoramento al momento in cui il creditore sequestrante ottiene sentenza di condanna esecutiva [disp. att. 156]. Se i beni sequestrati sono stati oggetto di esecuzione da parte di altri creditori, il sequestrante partecipa con essi alla distribuzione della somma ricavata.

 

 

 

 

 

 

Sentenza Cassazione civile Sez. III, 28 giugno 2012 n. 10871

Massima:

Il sequestro conservativo, a norma dell'art. 686 c.p.c., si converte automaticamente in pignoramento quando il creditore sequestrante ottenga "sentenza di condanna esecutiva", ma solo nei limiti del credito per il quale è intervenuta la condanna e non anche per l'importo, eventualmente maggiore, fino al quale il sequestro è stato autorizzato, perché gli effetti che l'art. 2906 c.c. riconosce in favore del creditore sequestrante sono equiparati a quelli che lo stesso otterrebbe in caso di pignoramento. Né, per l'importo per il quale non è intervenuta condanna esecutiva, il sequestro può conservare efficacia in quanto non ricorre alcuna delle ipotesi di cui all'art. 669-novies c.p.c., atteso che in tema di conversione del sequestro in pignoramento la norma di riferimento è esclusivamente l'art. 686 c.p.c.. (In applicazione di questo principio, la S.C. ha escluso l'opponibilità ad altro creditore, che aveva successivamente iscritto ipoteca sui medesimi beni, del sequestro ottenuto a tutela di un credito per un importo maggiore rispetto a quello successivamente oggetto di condanna, anche se accertato nella medesima sede come esistente nella misura più ampia, rilevando che, per questa parte, la sentenza non costituisce titolo esecutivo ex art. 474 c.p.c.).
quanto proveniente da soggetto privo dello jus postulandi.
 

 

Sentenza Cassazione civile Sez. III, 29 aprile 2006 n. 10029 

La conversione del sequestro conservativo in pignoramento si opera ipso iure nel momento in cui il sequestrante ottiene sentenza di condanna esecutiva, iniziando in quello stesso momento il processo esecutivo, di cui il sequestro stesso, una volta convertitosi in pignoramento, costituisce il primo atto, mentre l'attività imposta al sequestrante dall'art. 156 delle disposizioni di attuazione al c.p.c., da eseguirsi nel termine perentorio di sessanta giorni dalla comunicazione della sentenza di condanna esecutiva, è attività di impulso processuale che il sequestrante, divenuto creditore pignorante, ha l'onere di compiere nel detto termine perentorio e la cui mancanza comporta l'inefficacia del pignoramento. In tal caso l'estinzione del processo esecutivo deve esser fatta valere dalla parte proponendo al giudice dell'esecuzione la relativa eccezione, con la conseguenza che essendo tale istanza di parte un atto giudiziario che introduce una specifica fase incidentale del processo, si applicano le norme sul patrocinio (art. 83 comma terzo c.p.c.), restando giuridicamente inesistente l'istanza presentata dal sequestrato personalmente, in quanto proveniente da soggetto privo dello jus postulandi.
 

 

 

Trascriviamo.it è operativa presso le Conservatorie dei RR.II. di tutta Italia.

Se vuoi conoscere la Conservatoria di riferimento per un determinato Comune clicca qui

Richiedi preventivo
Loading...